Iacopo Cellini


Nasce a Barga, in provincia di Lucca, nel 1990. Il suo amore per enigmi e indovinelli risale alla sua infanzia, quando con il padre si cimentava nella risoluzione dei celebri cruciverba di Bartezzaghi sulla Settimana Enigmistica. La passione si trasforma in oggetto di studio durante il periodo universitario e culmina in una Laurea sulla Semiotica dell’Enigma presso l’Università di Bologna. Nel 2018 crea il blog di Enigmatopia, punto di riferimento italiano per gli appassionati di riddle online, dove affronta argomenti legati al mondo enigmistico e crea egli stesso terribili rompicapo interattivi. A volte firma i suoi giochi con lo pseudonimo “Novantanove” (il significato di questo nome è anch’esso un indovinello).
Il gioco di Andromeda, “romanzo-enigma” che unisce elementi di narrativa tradizionale a meccanismi di risoluzione ludici, è la sua prima opera.

Romanzo enigma
Il primo puzzle letterario italiano


Il testo ha la forma del diario del paziente di un noto manicomio criminale, un ex professore universitario accusato dell’omicidio della figlia, Andromeda.
Le pagine apparentemente non hanno significato, ma in realtà contengono indicazioni fondamentali per ricostruire l’ordine in cui sono state scritte e capire come siano andate davvero le cose.
Il paziente è stato affidato a una psichiatra che durante la terapia prova a interrogarlo, senza ottenere risultati apprezzabili; si è chiuso in un silenzio maniacale e si guarda attorno con aria assente.
Con il passare del tempo la dottoressa, però, si affeziona al paziente, convinta della sua innocenza. È infatti proprio lei che,...