Totò


Antonio De Curtis, in arte Totò, nasce a Napoli nel 1898. Nel 1916 entra nella compagnia di Umberto Capece. Nel 1922 riesce a farsi scritturare dal più importante teatro di varietà romano, la Sala Umberto. Da questo momento inizia la sua ascesa nel varietà prima e nella rivista poi. Nel 1937 interpreta il suo primo film, Fermo con le mani. Da quest’anno al 1966 interpreta 99 film, visti da 300 milioni di spettatori: un record senza eguali nella storia del cinema italiano. Il 15 aprile 1967 muore per un infarto.

Introduzione di Antonio Ghirelli

Autore della celeberrima ’A livella e di tanti altri versi scritti nei rari, preziosi momenti di solitudine che la sua travolgente carriera artistica gli concedeva, il Totò poeta accompagnò fedelmente il Totò grande comico cinematografico e teatrale, svelandone il volto più intimo e segreto, la sua straordinaria sensibilità unita a una fortissima carica umana. In questo volume sono state raccolte tutte le poesie scritte in napoletano da Totò.