Alle radici della guerra

€ 14,90

Storia dei conflitti bellici dal Paleolitico
agli eserciti dell’Età del Bronzo 

Quand’è che gli uomini hanno cominciato a farsi la guerra? Una domanda a cui sembra impossibile rispondere. L’origine della violenza tra esseri umani risale alla notte dei tempi e si può ricondurre a un bisogno ancestrale: fare bottino, allargare il proprio territorio. In sostanza, stare meglio di qualcun altro, che automaticamente, in quest’ottica, diventa il “nemico”. Basato su ricerche di archeologia, antropologia e storia militare, questo libro ripercorre la storia dei nostri progenitori e degli strumenti che hanno ideato per attaccare e difendersi, dalle pietre scheggiate dei primi Neanderthal fino alla rivoluzione delle macchine da guerra: carri e navi. Un libro unico nel suo genere, avvincente e approfondito, arricchito da più di ottanta disegni firmati dall’autore che msstrano la vita quotidiana degli uomini primitivi.

Dalle pietre scheggiate 
alla rivoluzione di arco e frecce: il grande racconto dell’invenzione della guerra tra esseri umani 

• In principio era la razzia 
• La guerra prima dell’homo sapiens 
• Addomesticazione e difesa 
• Gloria e vendetta. L’invenzione del capo 
• Soldati, leghe metalliche e mura invalicabili 
• L’età dei carri
• La guerra in mare

ISBN: 9788822742728 - Pagine: 352 - I volti della storia n. 780 - Argomenti: Storia - Saggistica - Storia
Condividi: 

Potrebbero piacerti anche...