Novità


Non esiste una ricetta per felicità e longevità che sia uguale per tutti. Ognuno di noi ha bisogno di stimoli diversi, in base alle proprie attitudini ed esperienze. La cultura tradizionale giapponese incoraggia a guardare i dettagli della vita per apprezzare i momenti in grado di donare armonia alle nostre esistenze. “Ikigai” è la parola che rappresenta la felicità di vivere ed è, essenzialmente, la ragione per cui ci si alza al mattino. Porsi un obiettivo, anche piccolo, è il segreto per trovare la giusta motivazione e affrontare ogni sfida. Questo libro offre suggerimenti pratici per trovare l’Ikigai nascosto dentro ognuno di noi, aiutandoci a identificare il nostro scopo o la nostra passione. Niente a che vedere con nobili ideali o...

A cura di Riccardo Ferrigato

Dall’antica Grecia e dall’antica Roma, la filosofia e l’arte parlano ancora all’uomo di oggi.

Le massime dei grandi autori – riportate anche in lingua originale – si trasformano così in attualissimi consigli di vita, capaci di trasformare ogni giornata in un’occasione irripetibile di riflessione e presa di coscienza.

Nelle parole di artisti, filosofi, retori e politici si condensano saggezza e rigore morale, virtù fondamentali, tutte da riscoprire.

Ogni giorno una frase diversa, in grado di aprire orizzonti nuovi sul nostro modo di guardare il mondo. Una fonte di ispirazione per iniziare al meglio la giornata, e per trascorrere un anno all’insegna di pensieri profondi.

...

Considerazioni sul peccato, il dolore, la speranza e la vera via e Gli otto quaderni in ottavo

Edizioni integrali


Negli Otto quaderni in ottavo, che Kafka andò compilando tra il 1917 e il 1918, si trovano appunti, aforismi, pensieri, stralci di diaristica e frasi che sembrano brani di fulminanti racconti: fu Max Brod a darli alle stampe, salvan­doli dall’oblio a cui Kafka li avrebbe destinati. Ma tra quelle carte private spiccano le Considerazioni sul peccato, il dolore, la speranza e la vera via, perché fu l’autore a ricopiarle in bella grafia (pur senza averne ultimato la revisione). Che cos’è la misteriosa «vera via»? Appare come il frutto di un indefesso lavoro di ascesi e di una illuminata e dolorosa meditazione sul senso ultimo...

Traduzione di Lucio Angelini
Edizione integrale


L’ideologia pacifista, la strenua, indefessa fiducia nella necessità della non violenza, la difesa dei diritti e della libertà del singolo e dei popoli, l’uguaglianza delle genti, la sacralità del lavoro e della famiglia rappresentano per Gandhi non tanto un messaggio nuovo e rivoluzionario da propagandare al mondo intero, quanto dei valori costitutivi e inalienabili dell’uomo che fanno parte della sua intima natura e come tali vanno sostenuti. Di qui la purezza, la linearità, la sincerità del pensiero di Gandhi, che abbraccia ogni aspetto del vivere singolo e collettivo ed emerge in queste pagine con la limpida onestà morale e con tutta la forza e il coraggio che solo la fede più...

Scritti postumi per un progetto

Edizione integrale


I frammenti postumi del 1887-88 comprendono l’abbozzo disorganico della progettata opera La volontà di potenza che Nietzsche non scrisse mai, quel vangelo del futuro sul cui titolo egli esortava a non ingannarsi…Difficile il tentativo di dare a questi frammenti un ordine arbitrariamente assegnato, più saggio invece prenderli come brevi e significative illuminazioni sull’evoluzione del pensiero di Nietzsche. Sono proprio queste, infatti, le riflessioni dalle quali il filosofo ha attinto per la stesura degli altri suoi grandi scritti, quali Crepuscolo degli idoli, L’Anticristo, Ecce Homo, Nietzsche contra Wagner. Appunti preziosi, insomma, che ci aprono una finestra in più sul pensiero...

Edizione integrale

Nel panorama aspro e tormentato dell’opera di Nietzsche, La gaia scienza disegna un momento di felice e rarissimo equilibrio. Con questo libro giunge a conclusione, in un’atmosfera insolitamente serena, il processo di smascheramento critico-illuministico iniziato con Umano, troppo umano. La critica della metafisica come menzogna e illusione della civiltà cristiano-europea è qui portata a compimento con l’arte della leggerezza propria di una scrittura aforistica nitida e tagliente. Ma con l’annuncio della Morte di Dio e il pensiero dell’Eterno Ritorno Nietzsche mostra di attendere nuove crisi: La gaia scienza è dunque anche l’inizio di un sapere drammatico, il suo riso rivela enigmatici abissi.

...

Prima di Nietzsche la visione del mondo greco era quella lasciataci in eredità dal Rinascimento: un ideale irraggiungibile di serenità, armonia, «bellezza». Dietro questi aspetti, che Nietzsche indicò come «apollinei», il grande pensatore tedesco intuì l’altro polo di quella grande civiltà: quello notturno, «barbarico», che nei riti dedicati a Dioniso celebrava la potenza irrefrenabile degli istinti. Nelle opere che presentiamo Nietzsche espone e sviluppa questa sua concezione, destinata ad avere un’enorme influenza su tutta la nostra cultura.

David Strauss. L’uomo di fede e lo scrittore
Sull’utilità e il danno della storia per la vita
Schopenhauer come educatore
Richard Wagner a Bayreuth


Edizioni integrali


Contro le idee, le tendenze, i miti della propria «attualità», contro la modernità e i suoi idoli. Nietzsche concepì le sue quattro (dovevano essere dodici nelle intenzioni originarie) Considerazioni inattuali, da leggersi essenzialmente nel «segno della guerra»: così voleva l’autore, sottolineando il carattere strategicamente «bellico» dell’attacco, dell’attentato. Il tono polemico, violento dei suoi testi si ravvisa fin dalla pubblicazione (1873) del primo, che procurò a Nietzsche una grande notorietà suscitando un clamore senza precedenti. In questo volume: David...

Cinque sorprendenti conferenze sui problemi dell’educazione

Le cinque conferenze Sull’avvenire delle nostre scuole, tenute tra il gennaio e il marzo del 1871, rappresentano un luogo di convergenza cruciale in cui si intrecciano i temi fondamentali della riflessione di Nietzsche. Esse appartengono, infatti, al corpus degli inediti basileesi degli anni 1870-1873, attraverso i quali è possibile seguire nei particolari l’evoluzione della filosofia tragica di Nietzsche, dalla definizione dell’orizzonte concettuale racchiuso nelle polarità dell’apollineo e del dionisiaco al delinearsi di una critica della modernità. Queste “letture pedagogiche” sono una requisitoria contro lo straripante ottimismo e le tendenze particolaristiche della cultura...

Candido
Voltaire
B079BJTKK9

Edizione integrale
Introduzione di Renato Minore
Premessa di Riccardo Campi

La candida domanda «Perché esiste il male in questo mondo?» ha turbato i pensatori di tutti i tempi.

Se lo chiede anche Voltaire, in questo piccolo gioiello letterario e filosofico, senza trovare una risposta definitiva, anzi, lasciandoci con il sospetto che una risposta definitiva non esista affatto. Esempio unico di mirabile congiunzione tra ironia, inquietudine metafisica e perfezione stilistica, Candido racconta la storia di un ragazzo che vaga per nazioni e terre nuove e misteriose, affrontando le più diverse avventure. Conosce il dotto fanfarone Pangloss, con cui va incontro alla rovina; parla con religiosi, manichei, donne di facili costumi, scopre...

Edizione integrale
A cura di K.E. Neumann e G. De Lorenzo

È incredibile il viaggio che hanno dovuto affrontare le parole del Buddha per arrivare fino a noi.

Sono state imparate a memoria dai discepoli, tramandate di bocca in bocca, e solo in seguito trascritte su foglie di palma. I monaci dell’isola di Ceylon hanno conservato queste inestimabili reliquie per oltre due millenni, proteggendole nei monasteri; solo verso la metà dell’Ottocento sono state ritrovate da un gruppo di ricercatori europei. Karl Eugen Neumann, indologo viennese, è stato il primo a comprenderne e apprezzarne l’immenso valore. La sua traduzione ha reso finalmente accessibile in lingua europea questo patrimonio. La forza e lo spirito sono immutati, l’intima essenza...

Edizione integrale
Traduzione di Paolo Santoro
Introduzione di Mario Perniola

L’Anticristo è forse l’opera in cui la forza del pensiero di Nietzsche si incarna con il massimo vigore e va ad attaccare l’idea di Dio e le credenze religiose con tutta la sua potenza.

Il grande filosofo ribalta la visione del mondo tradizionale con impeto rivoluzionario: la morale è menzogna, la virtù è truffa. Il rifiuto della religione e dei “valori” è essenziale e ineludibile per ogni vera filosofia. La base di partenza è lo stretto legame che mette in relazione morale e nichilismo. Tale connessione è estranea al senso comune, per il quale da sempre i valori della pietà, della compassione e della religione sono il contrario del nichilismo.

...

Edizione integrale con testo latino a fronte
Cura e traduzione di Mario Scaffidi Abbate


Una condizione di beatitudine così profonda che non si può nemmeno esprimere a parole, che si può solo sperimentare: un attimo che racchiude l’eterno e l’infinito.
È la felicità il tema del De vita beata, un mirabile vademecum del pensiero di Seneca. In questo dialogo, dedicato al fratello Anneo Novato, il filosofo latino mostra che solo il saggio può raggiungerla. Distaccandosi dalle passioni terrene, egli diventa imperturbabile, al punto da non temere neanche la morte. Certo, è una strada difficile e piena di ostacoli, ma non impraticabile. Perché non nel piacere, che è meschino, servile, debole e caduco, ma nella virtù risiede la sola, vera...

Cura e traduzione di Mario Scaffidi Abbate
Edizione integrale con testo greco a fronte


In questo manuale del corretto ascolto, Plutarco, come nei Consigli politici e nei Moralia, di cui il testo qui presentato fa parte, elargisce consigli di virtù, ma anche esempi di vizi che toccano uno degli aspetti più importanti della nostra vita, la comunicazione, spesso inquinata dall’arroganza, dall’odio, dalla presunzione e dalla smania di protagonismo. L’operetta è dedicata al giovane Nicandro, in occasione del suo ingresso nell’età virile: Plutarco quindi si rivolge ai giovani, perché sappiano maturare senza cedere al disordine delle emozioni, ma in ogni cosa cercando la pacatezza e la riflessione. Plutarco cita gli antichi filosofi, racconta...

Cura e traduzione di Luisa Collodi
Edizione integrale


L’uomo non è né angelo né bestia, e disgrazia vuole che chi vuol fare l’angelo faccia la bestia.

Nelle intenzioni dell’autore, questi pensieri dovevano essere gli appunti e i frammenti di un’ambiziosa opera apologetica sulla religione cristiana cui Pascal lavorò dal 1658 al 1662 e che non poté essere realizzata a causa della prematura morte del filosofo. Furono raccolti nel 1670 dai suoi amici e pubblicati con il titolo Pensieri del Signor Pascal sulla religione e su alcuni altri argomenti. Vero capolavoro letterario, quest’opera era destinata a strappare dall’indifferenza i filosofi, gli increduli, i dubbiosi e i «libertini» del tempo, portandoli a riflettere sul tragico...

Edizione integrale diretta da Lucio Felici
Premessa di Emanuele Trevi
Indici filologici di Marco Dondero
Indice tematico e analitico di Marco Dondero e Wanda Marra


Specchio di una straordinaria esperienza umana e intellettuale, lo Zibaldone è la chiave di lettura insostituibile di tutta l’opera leopardiana; ma è anche un testo autonomo, che si offre alle indagini più disparate. «Diario meramente interno e mentale», libro «unico probabilmente in tutte le letterature», come ebbe a definirlo Gianfranco Contini, questo sterminato laboratorio (4526 pagine autografe) è il luogo in cui convergono, tra l’estate del 1817 e l’inverno del 1832, sondaggi introspettivi, capitoli di diario, meditazioni filosofiche di folgorante genialità,...

Divina Commedia • Vita Nuova • Rime • Convivio • De vulgari eloquentia • Monarchia • Egloghe • Epistole • Quaestio de aqua et de terra

Introduzione di Italo Borzi
Commenti a cura di Giovanni Fallani, Nicola Maggi e Silvio Zennaro
Edizioni integrali


Accanto alla poesia altissima e senza tempo della Divina Commedia è stata riunita in questo volume l’intera produzione dantesca, dalla Vita Nuova (1292-93), l’intimo memoriale in rime e prosa poetica dell’amore di Dante per Beatrice, alle Rime, mai raccolte da Dante in un corpus unitario; dal Convivio, scritto in volgare tra il 1304 e il 1307 per rendere accessibili anche al pubblico più vasto temi scientifici e filosofici, al trattato latino De vulgari eloquentia; dal Monarchia,...

Traduzione di Lucio Angelini
Edizione integrale


Albert Einstein non appartiene a quel gruppo di studiosi che si chiudono nella «torre d’avorio» del loro lavoro di ricerca, immemori del mondo che li circonda. Al contrario, è sempre stato un osservatore acuto e critico delle tendenze e dei problemi del suo tempo. In questo senso, i discorsi, gli articoli, le lettere e gli appelli raccolti in questo volume rispecchiano non solo le posizioni scientifiche e filosofiche dell’autore, ma anche gli atteggiamenti politico-sociali. Un documento straordinario che ci restituisce nella sua interezza e profondità il pensiero di uno dei più grandi scienziati del nostro tempo.

Introduzione di Marcella D’Abbiero
Traduzione di Gian Carlo Giani
Edizione integrale

La comprensione metafisica del mondo è possibile, secondo Schopenhauer, non attraverso l’esperienza sensibile, giacché il fenomeno è pura apparenza o “rappresentazione”, ma attraverso la “volontà”, che consente di conoscere il noumeno. Al fondo delle teorie di Schopenhauer risiede una vena di pessimismo, poiché l’uomo incessantemente tende alla conoscenza infinita, e subisce incessantemente la frustrazione di questo desiderio. La vita è solo una faticosa battaglia per l’esistenza, costellata di dolore e noia. L’arte – e in particolare la musica – è il solo antidoto che consenta all’uomo di contemplare l’universale, seppure in maniera effimera.

...

Cura e traduzione di Palmiro Togliatti
Edizione integrale


Pubblicato nel 1763, il Trattato sulla tolleranza è forse il più famoso tra le opere di Voltaire. È una riflessione sulla libertà di credo, sul rispetto delle opinioni e sui cardini di quella che definiremmo società civile. A ispirare questo celebre libello era stato il caso Calas (1762). Marc-Antoine Calas, figlio di un commerciante protestante ugonotto, era stato trovato impiccato e per il suo assassinio era stato imprigionato, giudicato e condannato a morte per tortura il padre, sulla base di un processo indiziario: l’uomo avrebbe ucciso il figlio perché questi aveva intenzione di convertirsi al cattolicesimo. La società, intendendo condannarlo, aveva cavalcato il fanatismo...